San Giorgio di Zona 2017 – Provare, no! Fare. O non fare.

Da sabato 29 aprile 2017 a lunedì 1 maggio, oltre 500 Esploratori e Guide (E/G) si troveranno a Ponte Alto per festeggiare la ricorrenza del loro patrono, san Giorgio.

Sono scout di età compresa tra i 12 e i 16 anni, provenienti dai gruppi della Zona di Modena: Modena 1 (parrocchia di San Faustino), Modena 2 (parrocchia di Sant’Antonio in Cittadella), Modena 3 (parrocchia di san Pietro), Modena 6 (parrocchia di santa Rita), Modena 8(parrocchia di san Paolo), Modena 9 (parrocchia di Gesù Redentore), Bomporto 1, Cavezzo 1, Cognento 1, Massa Finalese 1, Nonantola 1, San Felice sul Panaro 1, sant’Agata Bolognese 1, Soliera 1 e Sorbara 1.

Sono 70 le squadriglie che formano i reparti della zona di Modena, che si traducono in 70 imprese realizzate interamente da ragazzi tra i 12 e 16 anni, che saranno messe in condivisione durante la tre giorni: ogni squadriglia avrà la possibilità dimostrare alle altre il percorso svolto attraverso una attività pratica, un piccolo laboratorio, la proiezione di video o di fotografie.

Inoltre, guidati e aiutati da esperti, i ragazzi avranno la possibilità di svolgere ulteriori attività pratiche legate alla specialità scelta, acquisendo così nuove tecniche e nozioni da mettere in campo in futuro.

Il tutto sarà ambientato e giocato a tema Star Wars, tematica che si lega a un percorso lanciato dall’AGESCI nazionale dedicato proprio alla branca Esploratori e Guide che ha come titolo Il Risveglio della Competenza. Obiettivo del progetto, rivolto sia ai capi che airagazzi, è tornare ad utilizzare nel migliore dei modi gli strumenti offerti dal metodo scout: l’imparare facendo, le specialità individuali, i brevetti di competenza, le specialità di squadriglia.

Il 23 aprile, la Chiesa festeggia san Giorgio, patrono della branca Esploratori e Guide. Lo stesso giorno, ogni anno, con diverse modalità, i reparti di tutta Italia rinnovano solennemente la Promessa scout, secondo l’invito di Baden-Powell, il fondatore dello scoutismo, che suggerisce di “rammentarla”. Quest’anno, i reparti della zona di Modena, hanno deciso di vivere questa giornata tutti insieme, a conclusione di un percorso iniziato lo scorso anno, con i ragazzi protagonisti di una grande avventura.

Parlando con i ragazzi e con i genitori, spesso viene fuori che una delle cose più belle che offre lo scoutismo a ragazzi in questa fascia d’età è l’autonomia: utilizzare una sega per tagliare il legno, avventurarsi su un sentiero con cartina e bussola, organizzare una pulizia di un parco, realizzare uno spettacolo teatrale o molte altre attività, qualsiasi cosa esca dalla testa dei ragazzi, in totale autonomia sono tutte esperienze ormai atipiche con le quali questi ragazzi però si mettono alla prova. Anzi, per richiamare la frase di Yoda del film StarWars, sono attività che questi ragazzi FANNO: “Provare, no! Fare. O non fare.”

Le attività a Ponte Alto inizieranno sabato 29 aprile con l’arrivo dei ragazzi tra le 15,30 ele 17,00. A seguire, per le 17,30 è previsto l’alzabandiera che darà ufficialmente avvio all’evento.

Altro momento importante della 3 giorni, sarà domenica 30 aprile il pomeriggio, alle15,00 con la celebrazione della santa Messa presieduta dall’arcivesco di Modenae Nonantola Erio Castellucci e con la presenza e il saluto delle autorità.

Il termine dell’evento è fissato per le ore 15.00 di lunedì 1 maggio.

Commenti chiusi